I.U.C. : L’italiano medio e l’incubo da tassa comunale

Fabrizio Mazzotta

Fabrizio è un attore, doppiatore, dialoghista, direttore del doppiaggio e fumettista italiano. Tra i tanti, ha "prestato la voce" a miti dei cartoni animati quali Krusty il clown dei Simpson, Eros di Pollon, Puffo Tontolone dei Puffi, Mizar in Goldrake, Ted Carter in Holly e Benji e Kuki in Candy Candy. Ha svolto anche l'attività di autore e disegnatore di fumetti, pubblicando storie su diverse riviste del settore tra le quali Topolino, Lupo Alberto e Cattivik (dove contribuiva con la strip Horror Fix).

More Posts - Website

Follow Me:
Facebook

“non Esistono Uomini Perfetti A Questo Mondo, Solo Intenzioni Perfette”


«
Ricorda per sempre il cinque Novembre,
il giorno della Congiura delle Polveri contro il Parlamento.
Non vedo perché di questo complotto
nel tempo il ricordo andrebbe interrotto!»

elena corazza - riduc

Elena è una Designer. La sua passione è la causa della sua mutazione genetica: è da tempo, ormai, che sta assumendo, inesorabilmente, le sembianze di una matita. La troverete in giro sempre accompagnata dalla sua fedele “gomma vivente” che un giorno decise di cancellarle la bocca. È per questo che, oggi, porle una domanda sarà meraviglioso: potrà rispondervi solo con un disegno.

More Posts

Nascosta

Bene vixit qui bene latuit. 

[Ha vissuto bene chi ha saputo stare ben nascosto.]

Ovidio

elena corazza - riduc

Elena è una Designer. La sua passione è la causa della sua mutazione genetica: è da tempo, ormai, che sta assumendo, inesorabilmente, le sembianze di una matita. La troverete in giro sempre accompagnata dalla sua fedele “gomma vivente” che un giorno decise di cancellarle la bocca. È per questo che, oggi, porle una domanda sarà meraviglioso: potrà rispondervi solo con un disegno.

More Posts

Fiammiferi

 

…resta, alla fine, solo l’odore di zolfo e la sfocata sensazione del calore che sono riuscita a sentire nel breve momento in cui quella flebile luce mi ha mostrato un altro mondo.

 

elena corazza - riduc

Elena è una Designer. La sua passione è la causa della sua mutazione genetica: è da tempo, ormai, che sta assumendo, inesorabilmente, le sembianze di una matita. La troverete in giro sempre accompagnata dalla sua fedele “gomma vivente” che un giorno decise di cancellarle la bocca. È per questo che, oggi, porle una domanda sarà meraviglioso: potrà rispondervi solo con un disegno.

More Posts

Rosa Ottavopiano!

elena corazza - riduc

Elena è una Designer. La sua passione è la causa della sua mutazione genetica: è da tempo, ormai, che sta assumendo, inesorabilmente, le sembianze di una matita. La troverete in giro sempre accompagnata dalla sua fedele “gomma vivente” che un giorno decise di cancellarle la bocca. È per questo che, oggi, porle una domanda sarà meraviglioso: potrà rispondervi solo con un disegno.

More Posts

Dilettanti

elena corazza - riduc

Elena è una Designer. La sua passione è la causa della sua mutazione genetica: è da tempo, ormai, che sta assumendo, inesorabilmente, le sembianze di una matita. La troverete in giro sempre accompagnata dalla sua fedele “gomma vivente” che un giorno decise di cancellarle la bocca. È per questo che, oggi, porle una domanda sarà meraviglioso: potrà rispondervi solo con un disegno.

More Posts

Percezioni

È strano come certi avvenimenti trovino una collocazione ben precisa nella mente umana, trascinando dietro tutti i contorni.

Probabilmente la assuefazione al dolore porta come effetto collaterale l’immagazzinare anche il corollario.

Credo sia un modo per stemperare tutti i sentimenti in un mare ben più ampio, dando un significato più blando e meno netto alle emozioni. Un modo per poter confondere la rabbia con un colore, la gioia con un odore e riassumere un intero avvenimento in un sola frase.

Come taluni che dimenticano gli avvenimenti spiacevoli, così io li soffoco, circondandoli di dettagli che rimangono nitidi a discapito dell’avvenimento caratterizzante.

Non è un dono, di sicuro, ma una forma di sopravvivenza.

Lo “scatto” è di Liliana Giannone

thule

"Non sono queste le circostanze che non si partecipano a chi non si vergogna di appartenere ad una certa "Razza". Io non mi vergogno, anzi mi vanto." Domenico Manzione

More Posts

Follow Me:
TwitterFacebookGoogle Plus

Meritocratici Talenti

elena corazza - riduc

Elena è una Designer. La sua passione è la causa della sua mutazione genetica: è da tempo, ormai, che sta assumendo, inesorabilmente, le sembianze di una matita. La troverete in giro sempre accompagnata dalla sua fedele “gomma vivente” che un giorno decise di cancellarle la bocca. È per questo che, oggi, porle una domanda sarà meraviglioso: potrà rispondervi solo con un disegno.

More Posts

Aspirazioni

elena corazza - riduc

Elena è una Designer. La sua passione è la causa della sua mutazione genetica: è da tempo, ormai, che sta assumendo, inesorabilmente, le sembianze di una matita. La troverete in giro sempre accompagnata dalla sua fedele “gomma vivente” che un giorno decise di cancellarle la bocca. È per questo che, oggi, porle una domanda sarà meraviglioso: potrà rispondervi solo con un disegno.

More Posts

Si Appiccica.

Mi piace l’odore di burro e zucchero che si intrecciano con prugne e farine integrali e panna e uva passa e uova e olio e sale e lievito e mela e scorza dell’arancia. È un profumo che appiccica, spiccica e si appiccica.

Mi intriga e compromette il burro che sa di burro e che ogni cosa intride e amalgama. Senza tregua, si dona, strabocca e si concede. Infonde, provoca e fonda la nota di base. Appiccica.

Mi conforta, inebria e infastidisce la mela sbucciata che incrocia l’uvetta affogata. Incautamente equilibra l’addensarsi di farine e panna e uova e zucchero. Dolce ed aspra al contempo, sprigiona, confonde e diffonde la nota di testa. Spiccica.

Mi consola, allieta, rincuora e quieta l’olio che docile s’insinua tra farine e sale e uova. Con delicatezza, smorza il pizzicore del lievito che, sostenendo, allieva e solleva e s’increspa tra la nota di base e quella di testa. Si appiccica.

Mi punge, stordisce, disorienta, sorprende e avvinghia l’acidulo che si libera dal contatto tra la prugna e la sua buccia, viola. Distinto, s’incontra con la scorza, fine, dell’arancia. Essenziale, ammalia e inietta la nota di cuore. Appiccica. Spiccica. Si appiccica.

Mi affascina la chimica, non certo elementare, che questi elementi pizzica.