Considerazioni Post Pubblic Camp 2010.

Mi interesso di comunicazione teatrale ed allora ho pensato di prendere un frammento del saggio che sto scrivendo sul lavoro di regia sostituendo ESCLUSIVAMENTE il termine TEATRO con POLITICA.
Niente altro.
“… Autovalutazione ovvero la capacità di giudicarsi in modo onesto.
Bisognerebbe, allora, trovare delle persone – uomini e donne – che nella vita di ogni giorno siano e si sentano oneste intellettualmente e che decidano di intraprendere l’arte della politica.
L’operazione sarebbe oltremodo complessa se non si decidesse di essere saggiamente “masochisti”.
Il processo di ricerca e di conoscenza di sé stessi che si intende realizzare con gli individui impegnati in questo lavoro, molto spesso viene etichettato come masochistico mentre noi riteniamo che sia necessario essere crudeli con se stessi.
Solo così chi ha deciso di proporsi attraverso il mezzo politico al pubblico in modo puro sarà capace di non essere individualista, ipocrita, bugiardo e cinico come molto spesso si è nelle “interpretazioni” quotidiane della vita.
In ciò si deve essere crudeli con se stessi.
Nella voglia di scoprire tutto ciò, accettarlo e superarlo, nella consapevolezza che tale atto di purificazione crei sofferenza perché riconoscersi “impuri” non è lo stesso che pensare di esserlo.
Da questa nota piccola trappola quotidiana che ci costruiamo razionalmente e che ci serve continuamente da espediente per non affrontare la realtà è realmente complesso distaccarsene.
Ma, poi, ci si accorgerà quanto sia piacevole riuscire a superare una barriera, quando riusciamo a rivivere un pezzo d’infanzia sepolta, quando scopriamo la nostra vera voce, quando cominciamo a trovare “…..quelle tracce fossili così prossime alle nostre origini, questi indizi che a volte riusciamo a localizzare nei giacimenti più scuri del nostro cervello” come Antonin Artaud, indicò in una famosissima lettera ai Rettori delle Università Europee”.

Ecco: io penso che ciò possa accadere. L’importante che ci sia qualcuno capace di capire se tale metamorfosi sia RECITATA – INTERPRETATA o VISSUTA.