Cristo Non Centra.

Anche perché lui ha avuto terreni più fertili e non ha dovuto abbattere i media. Ha creato “solo” una situazione di facile bipolarismo che ha imposto una scelta a chi era già condannato a morte. In più era una fonte altamente accreditata in quanto figlio di Dio. Se non avesse dubitato lui stesso, in punto di morte in ciò che credeva, dimostrando solo in quel momento l’estremo coraggio nella sua idea e di essere veramente solo un uomo, non penso avrei seguito i suoi insegnamenti come mi sforzo di fare. Per quanto riguarda altri riferimenti a grandiose imprese, sono esempi estremi di come sia possibile raggiungere traguardi inimmaginabili quali, ai giorni nostri, liberarsi dai livellatori sociali gentilmente concessi dal potere che, nell’illusione di una qualità di vita migliore accessibile a tutti, altro non sono che un asservimento al sistema stesso, insinuandoli come l’unico status symbol possibile, che dà diritto alla parola se li possiedi, che impongono uno stile di vita che poco ha a che fare con l’idea dell’IO SONO UNA PERSONA.
Posso essere ciò che voglio.
Non voglio essere ciò che non sono.
Conosco la ricchezza, conosco la povertà, conosco la mediocrità, conosco il dolore, conosco l’amore, conosco l’idea … LA MIA.
Ne sarò imperatrice sino a che avrò respiro.
QUESTA LA MIA LIBERTA’.
Sono sempre vissuta nella convinzione che i miei punti di cecità, perché tali sono, appartenessero al corredo genetico di un qualsiasi essere pensante tanto da essere scontati quanto muovere le mascelle per masticare, stringere la mano per afferrare qualcosa, inspirare ed espirare aria per ossigenare il sangue oppure tendere i muscoli delle gambe per andare avanti o indietro.
Non ho mai ritenuto opportuno precisare ciò che “sentivo” perché convinta fosse una funzione fisiologica dall’esplicazione superflua. Tanto..siamo tutti uguali. Magistrale, errata considerazione.

by karysmak