Frammento Di “answer Us” (Testi Del Maestro Umberto Binetti)

Entra Umberto che si avvicina al Suddito a cui toglie giacca e cappello. Solo allora si vedrà che il Suddito ha doppia giacca e doppio cappello. Umberto si veste e si pone come il Suddito in ginocchio. Ma ora prende vita.
PO TE RE
PO come POLITICA
TE come TELEVISIONE
RE come RESISTENZA
Resistenza…….resistenza……
(scimmiottando Max) : “Adesso proverò a pensarti fino a dentro le ossa……………
Ma guarda, caro, che le ossa sono molto dure, resistenti specie quelle come le mie avvezze alle intemperie, ai soprusi, alle violenze, alle ingiustizie, alla…..solitudine.
Ma voi guardateli…..guardateli……..
Lui IL POTERE sul suo trono SOVRANO, quasi a voler toccare il cielo con un dito………IL CIELO…………
E lì, la sua TELEVISIONE, a scimmiottarlo nella nuova versione IMMAGINIFICA.
Comando e obbedienza Re e suddito
Assolutismo –Autorità – Sovranità – Potere dello Stato.
E poi il terrore della invisibilità.
Visibilità = successo…….. Verità Evangelica……..pardon verità mediatica.
(scimmiottando Massimo) : “ Del resto la prova del nove per la mia teoria è lì, in quella macchia oscura che vedi di fronte ovvero in codesto rispettabile pubblico. Son certo che vi saranno tanti puntini in quella macchia che sotto sotto la pensano bene o male come me o al massimo al contrario……….ma hai notato? Quando parlo fanno silenzio…..E se anche non fossero del mio parere? Già li immagino quando usciranno da questo spazio….si parlerà…….e di che cosa?
Di qui…..di lì……di sopra….di sotto…….a destra a sinistra……
(risata)
Tre sono i potenti…….il Re, il Papa e chi non tiene niente…….
Capito? Ipotetico e falso Eroe che mi vuoi pensare “dentro le ossa”?
Tu che non attendi altro che la caduta del temporaneo Re per occuparne il posto………..
Con quella particolare ars retorica che chiamate politica, arte della menzogna interpretata da scribi e frettolosi tribuni,falsi profeti di bolle,vischiosi elemosinieri, ciambellani senza sesso, cortigiani che vedono quotidianamente che il Re è nudo ma non osano dirlo a sé stessi per paura di ritrovarsi nudi.

Che strano modo di codificare il pensiero attraverso parole o termini per lo più vacui ed imperfetti.
SUCCESSO participio passato del verbo succedere…….Passato……
Io sono il SUCCEDENTE quello che sta per accadere a vostra insaputa.
Tre sono i potenti…….il Re, il Papa e chi non tiene niente…….

Umberto esce.