Pensieri Zitti #1

Pensieri zitti nel silenzio fanno rumore. Frammenti di ricordi e sinestesie modificate.

Sono pensieri zitti, Maria non li può sapere. Mi prende la testa con le mani, se la poggia sul petto, io sento sotto gonfio della sua carne sporgente il fiato e poi il battito duro del cuore che pare uno che bussa e a me viene di rispondere: avanti. [Montedidio, Erri de Luca]

Le carceri della mia memoria,
hanno consumato la mia carne,
luoghi senza tempo senza forma,
solo un corpo qui e adesso resiste.
Silenzio, oscurita’ rumori interiori,
sempre in crescendo,
parole che mi soffocano,
producono sinestesie modificate.