(Foto n° 1 – Schema dei Media Tattici, della convergenza mediale e degli influencer)

I media tattici sono mezzi di crisi, di critica e di opposizione. Sono media a basso costo e “fai da te”, nati dallo sviluppo e dall’uso di massa dell’elettronica di consumo e di Internet. Sono media che si oppongono alla grammatica culturale dominante e, diversamente da quanto potrebbero essere i media tradizionali o ufficiali, non sono imparziali nel riportare gli eventi perché i loro contenuti sono partecipati e democratici.

In estrema sintesi, un medium tattico è una piattaforma mediale composta da un nodo centrale (post, portale, blog) interfacciato ad una serie di social network e di strumenti (Facebook, Twitter, Friendfeed, youtube, slide share, etc.). Questa struttura favorisce la condivisione, la riproduzione e la modifica dei contenuti che ottengono così vita digitale eterna.

“Tutto è interfacciato con tutto”.
Una struttura così composta ha il merito di garantire massima visibilità ai contenuti prodotti, di renderli liberi dal controllo del potere e di evitare la loro eventuale censura.

Il meccanismo, a differenza di ciò che accade nei media tradizionali, consente a chi riceve un messaggio non solo di criticarlo ma di rimodularlo e condividerlo con gli altri utenti. La condivisione innesca un processo che aumenta la visibilità del contenuto veicolato e che tenderà alla costruzione di una verità partecipata, democratica e sicuramente relativa.

L’elemento di modernità di questa struttura, ciò che in realtà la rende strategica e potente, è la presenza di gruppi organizzati di influencer, con potenziali e capacità differenti, che riescono a veicolare e pilotare sapientemente e strumentalmente i contenuti diffusi nella rete dal medium tattico e a generare attorno ad essi elevato consenso.

 

Gli influencer

Con la nascita dei Social Media, la struttura del Panopticon di Bentham – ovvero essere controllati senza essere visti – è stata traslata dall’ambiente abitato e influenzato dagli Irc Warrior ai “non luoghi” di Facebook e Twitter abitati anche da utenti incaricati di influenzare l’opinione pubblica.

La nuova guerra per il dominio dell’infosfera, della semiosfera e della rete sarà, quindi, combattuta dai nuovi profili della rete e dai nuovi influencer.

La rete delle relazioni connesse mutua il suo gergo e le sue funzioni dall’informatica. È da questo campo che, per indicare i nuovi profili, prendiamo in prestito termini quali hub, nodi, router, switches, che per similitudine ben si accostano alle funzioni, alle capacità e alle conoscenze dei diversi influencer.

L’iconografia che riportiamo è solo un modo per “disegnare” e indicare genericamente i nuovi abitanti della vita digitale, le funzioni che possono assumere e i comportamenti che possono determinare.

La combinazione di alcune fondamentali funzioni e capacità di alcuni di questi può aiutare a definire quello che chiamiamo influencer ovvero un soggetto che occupa un ruolo ben definito nella società, dotato di poteri di relazione, di conoscenza e di persuasione tali da poter influenzare l’opinione pubblica sfruttando i nuovi ambienti digitali.

I PROFILI DELLA RETE

A: HUB

Iconografia: ELETTO

Nella tecnologia delle reti informatiche, un hub (letteralmente in inglese fulcromozzoelemento centrale) rappresenta un concentratore, un dispositivo di rete che funge da nodo di smistamento di una rete di comunicazione dati, organizzata prevalentemente con una topologia a stella. In quanto tale, dispone di connessioni multiple. Per similitudine, nella società digitale un hub è individuabile come soggetto che può vantare un altissimo numero di “connessioni umane”.

Per questo motivo possiamo dire che un Hub detiene il potere delle relazioni.

Esempio: in politica potrebbe essere un Deputato.

___________________________________________________________________________

B: ROUTER

Iconografia: INTELLETTUALE

Nella tecnologia delle reti informatiche, un router è un dispositivo di rete che si occupa di instradare pacchetti informativi. Per similitudine, nella società digitale un router è un soggetto identificabile attraverso la verifica del suo grado di conoscenza e della sua capacità di distribuirla agli altri.

E’ per questo motivo che possiamo dire che un router detiene il potere della conoscenza.

Esempio: gli intellettuali.

___________________________________________________________________________

C: SWITCH

Iconografia: GIORNALISTA

Nella tecnologia delle reti informatiche, uno switch (voce inglese, in italiano è letteralmente il commutatore) è un dispositivo di rete o nodo interno di rete che si occupa di instradamento di pacchetti di informazione all’interno di reti locali inoltrando selettivamente i frame ricevuti verso una porta di uscita cioè verso un preciso destinatario. Per similitudine, nella società digitale, questa capacità è propria di soggetti abili a selezionare volontariamente i destinatari del loro messaggio agendo in maniera persuasiva nei loro confronti. Sono, dunque, coloro che hanno il potere di persuadere gli altri, di guidarli a comportarsi in un certo modo o ad effettuare determinate scelte o acquisti utilizzando determinati canali di comunicazione.

E’ per questi motivi che possiamo dire che uno switch detiene il potere della persuasione.

Esempio: i giornalisti con potere da opinion leader.

___________________________________________________________________________

D: BRIDGE

Iconografia: PIRATA

Nella tecnologia delle reti informatiche un bridge, letteralmente ponte, è munito di porte con cui è collegato a diversi segmenti della rete locale indirizzando pacchetti tra essi. Per similitudine, nella società digitale è possibile individuare bridge osservando soggetti che impostano la loro vita professionale facendo da ponte tra realtà diverse e soggetti diversi, gestendone relazioni e connessioni con l’obiettivo di reperire informazioni e skill da utilizzare quotidianamente.

Esempio: attualmente possiamo identificare un bridge nel lobbista.

___________________________________________________________________________

E: FIREWALL

Iconografia: CINESE

In Informatica, nell’ambito delle reti di computer, un firewall (termine inglese dal significato originario di parete refrattariamuro tagliafuocomuro ignifugo; in italiano anche parafuocoparafiamma) è un componente passivo di difesa perimetrale che filtra tutti i pacchetti entranti ed uscenti, da e verso una rete o un computer, applicando regole che contribuiscono alla sicurezza della stessa. Per similitudine, nella società digitale possiamo individuare soggetti che chiudono la loro vita in un perimetro ben definito, difendendolo e filtrandolo tramite regole e comportamenti provenienti dall’esterno. In quanto tali, sono autarchici e nella piena autosufficienza tendono a trovare da soli le informazioni di cui necessitano.

Esempio: in Italia potremmo individuare questi soggetti tra i membri appartenenti alla comunità dei cinesi che vivono di regole proprie in un mondo completamente a parte.

___________________________________________________________________________

K: MODEM

Iconografia: TASSISTA

Il modem è un dispositivo elettronico che permette la MOdulazione e la DEModulazione dei segnali contenenti informazione. Possiamo dire che rappresenta la singola unità di connessione alla rete. In quanto unici e singoli, nella società digitale rappresentano coloro che non possono essere collocati in alcuna delle precedenti categorie avendo atteggiamenti e comportamenti discontinui.

Esempio: il consumatore, l’elettore “mobile”, il cittadino medio.

___________________________________________________________________________

L: NODO

Iconografia: CAVERNICOLO

In Informatica un nodo è un qualsiasi dispositivo hardware del sistema in grado di comunicare con gli altri dispositivi che fanno parte della rete. Nella società digitale sono coloro che rispettano solo il numero di Dumbar.

INFLUENCER – LE COMBINAZIONI e l’ ICONOGRAFIA

Le combinazioni di alcuni profili della rete e delle loro funzioni/capacità generano influencer con potenziali e missioni differenti.

A+B+C = GURU
A+B = EVANGELIST
A+C = NINJA
B+C = NERD

Descrivendo questo nuovo mondo, fotografando la nuova società digitale manipolata dagli influencer, noi di ottavopiano.it vogliamo sottolineare che non crediamo più che Internet sia, oggi, un’alta manifestazione di democrazia solo perché il diritto di espressione sembra così basso o perché tutte le voci sembrano avere pari opportunità.

Il Web non è più una rete casuale, non é l’isola nella rete che immaginavamo egualitaria e libertaria e manca quasi totalmente di democrazia, equità e valori ugualitari.

_____________________________________________________________________________________________


Concetti elucubrati da:     Eugenio IorioEttore Ruggi d’Aragona

Tactical Label:     Elena Corazza

Other communications ideas:     eugenioiorio.it

WE ARE: imaginifica – FF3300nju:comunicazione