Maestro Yoda: Contro-Cultura Rivoluzionaria

Fuggire dalla prigione di Jeremy Bentham è un atto dovuto a noi stessi, alla nostra libertà. Me lo ha insegnato Bonhomme. E per poterlo fare devi disimparare ciò che hai imparato , devi credere e usare la forza: me lo ha insegnato il Maestro Yoda.

Quella prigione è tutto un trucco: non esiste verità in ciò che vivi, non esiste la potenza del controllo ma continui a percepirla. Avverti la sua onnipresenza, senti il fiato sul collo del guardiano. Hanno creato un mondo che non esiste, sei convinto di ciò che non esiste, credi di fare ciò che pensi ma la tragica realtà è che fai soltanto ciò che hanno programmato. Vivi un’idea che non è  tua, è innestata: è obbedienza alla “disciplina” del sistema.

Sovvertire, rifiutare il controllo, concentrarsi e scegliere: “provare no! fare o non fare! non esiste provare”.

Fuggi, scappa, corri veloce. E se li incontri sulla tua strada sappi che non esiste controllore che non possa essere aggredito, che non c’è guardiano che non possa essere ucciso, che non c’è falsità che non possa essere svelata.

La forza scorre potente in te. E allora credi o fallirai.

E non cercare di piegare il cucchiaio, è impossibile. Sii saggio e, piuttosto, giungi alla verità: il cucchiaio non esiste!