You Are Now The Electronic Man

The electronic man like pre-literate man, ablate or outers the whole man, his information environment is his whole nervous system” (Marshall McLuhan)

Un uomo globale, un corpo connesso, un senso aggiunto esternalizzato sui nostri cellulari a creare un nuovo sistema nervoso che estende i suoi filamenti su tutto il pianeta.

L’opera “You are now the Electronic Man”, realizzata a cento anni dalla nascita di Marshall McLuhan, trae diretta ispirazione dal suo pensiero fin dal titolo ed è una dedica a chi ha saputo raccontarci frammenti di un futuro che stiamo vivendo.

L’Uomo Elettronico è una performance globale: la costruzione di un’identità connettiva fatta di informazione e interazioni, che incarna l’analogia profonda uomo/mondo, dove l’uno si trasforma nell’altro e viceversa reinterpretando il concetto di mappa e aggiungendo a questa consapevolezza ecosistemica un elemento fondamentale: la sensorialità.

L’Uomo Elettronico produce un corpo connettivo globale in una performance in tempo reale che si svolge contemporaneamente in tutto il mondo, perché gli stickers dell’Uomo Elettronico sono sparsi in tutto il mondo.

Ogni adesivo ha un QRCode che collega le persone al corpo dell’Uomo Elettronico.

Quando qualcuno esegue la scansione del QRCode sugli stickers, ad esempio utilizzando uno smartphone, il corpo dell’Uomo Elettronico viene stimolato: alla persona viene chiesto di scegliere una emozione che correlata al luogo geografico in cui si trova lo stickers; alla persona viene chiesto anche se vuole scaricare l’applicazione per smartphone che collegherà il suo dispositivo in tempo reale con il corpo dell’Uomo Elettronico.
Lo smartphone di tutti quelli collegati al corpo dell’Uomo elettronico attraverso l’applicazione, vibrerà istantaneamente; metaforicamente i corpi di questi cittadini verrebbero, così, fisicamente stimolati da questa vibrazione, direttamente collegato al luogo in cui è collocato lo stickers, producendo così una sensibilità globalmente diffusa, un ulteriore senso digitale globale per il nostro organismo.

Presentazione dell’Uomo Elettronico:

[pro-player width=’350′ height=’250′ type=’video’]http://www.youtube.com/watch?v=kFdRPeQXw00[/pro-player]

Il nostro amico Salvatore Iaconesi ci parla dell’Uomo Elettronico:

[pro-player width=’350′ height=’250′ type=’video’]http://www.youtube.com/watch?v=ixcwuUgQXxs[/pro-player]

 

Partecipa alla nascita dell’Uomo Elettronico donandogli un’emozione!

Ci vorrà solo qualche minuto:

1. scarica il PDF a questo link:
http://electronicman.artisopensource.net/electronic-man-qrcode-stickers-a4.pdf

2. stampalo: contiene lo sticker che permette alle persone di diventare parte del corpo dell’Uomo Elettronico

3. ritaglia uno sticker e incollalo dove desideri: su un muro, nel tuo bar preferito, nel bagno del tuo ufficio, a scuola, suo tuo pc

4. fotografa lo sticker e inviaci la foto a: ” info@artisopensource.net “. Includi anche il tuo nome (o nick), l’indirizzo del tuo sito e una breve biografia: tutte le immagini e le informazioni saranno inserite nella mostra per il grande evento di celebrazione del Centenario di McLuhan a Roma e sul sito ufficiale dell’Uomo Elettronico

5. infine, se desideri, leggi il QRcode del tuo sticker con il tuo smartphone, usando uno dei tanto “QRcode reader” gratuitamente disponibili: ti porterà direttamente al corpo ubiquo dell’Uomo Elettronico e potrai regalargli la tua emozione

(In entrambe i casi ti verrà richiesta la tua posizione geografica: ciò serve unicamente a stabilire la distribuzione del corpo dell’Uomo Elettronico. I tuoi dati non sarano registrati nè usati per altri fini, e li canccelleremo immediatamente)

Fai circolare questo messaggio!

L’Uomo Elettronico rappresenta la possibilità di sentirti connesso con gli altri esseri umani.

 

The Electronic Man

http://electronicman.artisopensource.net/

Credits

Salvatore Iaconesi: concept | design | technology
Oriana Persico: communication | process | networks
FakePress Publishing: production
Art is Open Source: production
Maria Pia Rossignaud: curator | production
Media Duemila, Associazione Amici di MD, Osservatorio TuttiMedia: production
Derrick de Kerckove: scientific direction | inspiration
Marshall McLuhan: this project could not have existed without him